27 agosto 2016

Agosto e non mi riconosco

Si lo so che è passato un mese e io non ho la forza di fare niente. 
Quando ho la forza, cerco di uscire. 
Ma tanto non ho fatto niente di che in questo mese. 
Sono stata 4 giorni in Cilento da mia sorella, e ho messo i piedi a mare! 
Queste sono le mie cosce bianche, erano le 7 di sera e c'era ancora il sole. Il mare era caldissimo e c'era ancora gente in spiaggia. Io mi sono tolta il foulard, mi sono comunque cosparsa la testa e la faccia di protezione solare 100 e ho camminato. E non c'è stata nessuna sensazione particolare, l'acqua del mare mi rilassa molto, ma nessun pianto, nessuna visione mistica o le sirene non sono venute a salutarmi! 
Ad ogni modo sono stati 4 giorni al fresco, ho dormito tantissimo ed è andato tutto bene. 

Poi ho fatto la quinta infusione. 
E mentre ero drogatissima è scesa la mega Dssa Pensabene, con il suo sorriso da mamma mi ha detto che la malattia è in remissione. Lo scrivo così in piccolo perché lei me l'ha detto sottovoce. E mi ha chiesto scusa per le terapie. Dice che sono fortissime e non pensavano che le sopportassi così bene, ma che stanno servendo e che spera di non dovermi far fare la radioterapia. 
Io sono felice.
Lo sono anche perché l'infermiera durante la terapia mi ha somministrato il Taxolo in 5 ore e diluito con i sali, quindi mi sono sentita meno peggio del solito. E io non so come ringraziarla. Per lei ha fatto solo il suo lavoro, invece a me ha dato la possibilità di mangiare, di dormire e di passare una notte tranquilla. 

Ora fa caldo. E anche se volessi fare qualcosa, non ci riesco. 
Ma sto bene. Tutti i valori sono normali. 
Credo solo che arrivata alla quinta infusione di merda nel sangue, mi merito pure io di non riuscire neanche a stare seduta per scrivere un post. 
O no?

Una cosa che mi torna in mente ogni volta che mi sento giù di morale però c'è: le persone che mi vogliono bene le vedo e le sento. 
Le altre sono solo gente. 
Gente che è sparita, che si nasconde dietro a scuse banali o peggio, "non ce la faccio a vederti così". Gente che non risponde ai messaggi, alle telefonate, che viene per chiedere favori, per sputare sentenze. 
Io sto bene. Ma dopo quest'avventura, mi sa che le carte in tavola cambieranno. E non è una minaccia, è solo un dato di fatto, tutto qua. 
Parenti, amici, sconosciuti, tutti si è rimescolato e non ci sono più i vincoli di sangue a fare da legame. La famiglia ora è composta da persone che non mi aspettavo, nè sapevo che esistessero. 
Ma nonostante tutto io ringrazio tutti. 

1 commento:

  1. Ciao Estrella, che belle parole. Spero che tu stia bene. Volevo chiederti come posso contattarti. Vorrei chiederti se posso linkare il tuo blog dalla mia pagina https://oncobeauty.wordpress.com/

    Grazie! Un abbraccio!

    RispondiElimina