22 gennaio 2013

Post #23



‘O scem

Quindi questo è un post senza senso.

Come quando mi hanno chiesto: “Cosa fa questo sabato?” ed io ho risposto che avrei passato tutto il sabato insieme ai miei compagni, alcuni di loro amici, nella Mensa Occupata di via Mezzocannone a Napoli. “Ci occuperemo di far la spesa, cucinare, servire e mescere vino. E non (solo) perché siamo giovani e ci piace bere, ma perché stiamo cercando di raccogliere fondi per delle iniziative sociopolitiche e culturali nell’area Nord di Napoli.” Non ho dato troppe spiegazioni, forse non ho detto neanche la parola compagni, li ho chiamati amici per fare prima. “E perché fai questo? Ti pagano?” Ho risposto che se per “pagamento” intendevano dei soldi, non ne avrei presi, anzi personalmente ci ho messo io dei soldi in favore di quest’iniziativa. “E allora perché lo fai?” evidentemente la mia risposta politicamente corretta non gli è piaciuta, non è stato abbastanza dire che condividere esperienze collettive con amici fa bene al cuore, alla mente e poco al fegato. “Eh, ma che è sta mensa? Un locale?” Ho spiegato cos’è la Mensa Occupata: una struttura degna dei peggiori sprechi, chiusa da troppi anni, una mensa nuova di zecca, ancora impacchettata. Una mensa universitaria CHIUSA.
Dopo questa spiegazione è seguita una serie domande intelligentissime “Ma ci dormono dentro? Sai che schifo, ma perché non vanno a lavorare? Ma che te ne importa, tu andavi all’Orientale e non ti sei neanche laureata! Ma poi consumano l’elettricità dell’università, sono dei ladri! Ma… ma.. e ancora ma…”

Volevo usare questo post senza senso per dire che sabato l’iniziativa è riuscita benissimo. Io mi sono divertita come una bambina, i miei compagni sono stati bravissimi, la “Brigata Primo Piatto” è uscita pressocchè indenne dal pulire 15kg di friarielli, cuocere e scolare 10 kg di pasta e servire a tempo di record tutti i piatti senza romperne neanche uno!






Ottimo momento di aggregazione, che è servito a tutti per consolidare il Coordinamento

Ai miei Compagni, a quelli nuovi , a quelli che sono amici, a quelli che ancora mi chiedono di dove sono (e ai quali non so mai come rispondere), a chi mi ha dato 22 anni, a chi ha mangiato la nostra pasta mettendoci il formaggio, a chi è passato a salutare, chi è andato via senza salutare, a chi ha criticato la musica troppo alta, a chi si è ubriacato, chi ha abbracciato, chi si è seduto stanco e in silenzio, chi ha cantato/ballato, a chi ha amato, ai Compagni della Mensa Occupata, ai miei genitori che hanno contribuito al nostro progetto, a chi mezz’ora prima di iniziare a mangiare è andato a fare “pulizia stradale”, a quelli il cui sudore ha bagnato i maglioni,  il mio più sincero ringraziamento.

Ci vediamo il 26 Gennaio, a partire dalle 15.00 a Giugliano in Piazza Matteotti contro sessismo, omofobia e razzismo in tutte le sue forme. Saranno disponibili tele e pannelli per writing e pittura estemporanea con partecipazione aperta a tutti. Nel tardo pomeriggio ci sarà un'assemblea pubblica antirazzista con interventi liberi e proiezioni di interviste ed altri video. L'evento si prolungherà nella serata con Djset, Live, hip hop e molti altri generi musicali.

Adelante Compañeros!!!

1 commento:

  1. adolofo22/1/13

    cerchero' di portarci un reding!

    RispondiElimina