20 dicembre 2012

Non sono una signora.


Non sono uno scout e non mi sono mai piaciute le Giovani Marmotte.

Ma oggi anche io ho fatto la mia buona azione quotidiana.

h21.35, metropolitana: un signore con una fisarmonica e chiede se per Napoli, la metro fosse quella giusta. 
Io stavo dormendo, ma sul vagone c’erano altre 3 persone ed egoisticamente ho pensato che avrebbe risposto qualcuno. 
Invece no. 
Il signore in questione sale lo stesso e ripete la sua domanda: “Scusa, per Napoli, questa?” . Sempre mezza stordita, sento qualcuno che gli dice di si, e di nuovo la voce del fisarmonicista che chiede “E per Pozzuoli?”. Stessa scena, la risposta gli è arrivata solo dopo la terza volta, ed era pure sbagliata.  

Quindi ho sfoderato il mio miglior sorriso, nonostante la stanchezza e il giramento di coglioni e gli ho detto che l’avrei accompagnato io personalmente a prendere la metro per la sua destinazione. Che poteva stare tranquillo, seduto e riposato fino a quando non scendevo io.

Panico nel vagone!  “signorina ma VOI siete pazza?signorina ma l’avete visto?” “eeeeh, chissà che deve andare a fare a Pozzuoli questo!sti giovani sono spericolati”

Me ne sono allegramente sbattuta le palle e scesa alla mia fermata, ho mantenuto la promessa.

Alla fine mi chiesto: “Signorina, tu lo sai che io sono Romeno?”, gli ho risposto che per me era solo qualcuno che aveva bisogno di un’indicazione, lui mi ha riguardata e mentre andava via, verso la direzione giusta, sul suo volto che era certamente più stanco del mio è spuntato un sorriso, mi lanciato un bacio e mi ha augurato una buona vita.

E io sono contenta. 

Nessun commento:

Posta un commento