5 novembre 2012

Ho solo molte cose da fare....

Punto a dormire affinché il tempo passi più in fretta. Poi mi rendo conto che ho ancora da fare moltissime cose, come ad esempio comprare lo zaino, pagare l'affitto, ritirare il passaporto, preoccuparmi di cambiare la valuta, andare nel vecchio ufficio a reclamare i MIEI soldi, fare una lista di numeri di telefono e cercare una scheda locale. Organizzare le cose da studiare per le attività che seguo qua, imparare la parte della commedia che farò a Febbraio, calmare mia madre che teme che io non torni, calmare mia sorella che vuole che io non torni, tentare invano di strappare una qualsivoglia emozione a mio padre. Ripulire camera, mettere a posto i libri, buttare la spazzatura (!!!), svuotare il frigo, farmi una ceretta, tagliarmi i capelli, scegliere la playlist per le mille ore di volo, comprare altri gb per la macchina fotografica, pulire l'hd esterno da portar con me... Poi, dire ad un'amica che il suo uomo la tradisce, ricordare al traditore di  farsi furbo, scappare prima che questi due mi uccidano. Incontrare per un caffè la persona che mi ha dato la carica per fare quello che sto facendo, dirgli quanto è importante per me dal punto di vista umano, abbracciarla e poi tornarmene a casa. Perché se non si è capito, ho un mucchio di cose da fare!

Mi è stata data la possibilità di partecipare ad un Campamento de Formación socialista en Ciudad Bolivar
grazie ad un compañero, che mi sta aiutando nell'organizzazione del viaggio.
Quindi arriverò a Maiquetìa il 9 sera, qualcuno mi porterà a casa di qualcun altro e il giorno dopo partirò per Ciudad Bolivar (mi ricordo che ci si andava in gita scolastica) dove per 3 giorni, tra fuso orario e zanzare, inizierò a capire qualcosa di più sul Proceso Bolivariano.
Quindi via alle telefonate! O facciamo alle mail con le domande, che forse è meglio! Chiunque ha qualcosa da chiedere, si faccia avanti.

A proposito di fuso orario, conviene che mi dia una mossa ed organizzarmi il transfer apt/ccs... su su su!

Un compagno mi ha fatto ascoltare questa ma io preferisco quest'altra, il genere potrebbe lasciare a desiderare, ma il testo è particolarmente interessante, anche se tradotto malissimo e scritto in un italiano agghiacciante!



Nessun commento:

Posta un commento